FRONTE NAZIONALE POPOLARE _ GLI ASPETTI ANTI EUROPEI _ CONOSCERE IL NEMICO I TEDESCHI

LUIGI EINAUDI
« Invece di una società di stati sovrani, dobbiamo mirare all’ideale di una vera federazione di popoli. Esercito unico e confine doganale unico sono le caratteristiche fondamentali del sistema. Gli stati restano sovrani per tutte le materie che non siano delegate espressamente alla federazione; ma questa sola dispone delle forze armate, ed entro i suoi confini vi è una cittadinanza unica ed il commercio è pienamente libero. »
(Luigi Einaudi in: Risorgimento liberale, 3 gennaio 1945)
Scrivere oggi della Germania presenta le sue difficoltà.
Proprio i tedeschi hanno una visione falsata della loro eredità.
Nella premessa della costituzione della Repubblica federale tedesca si legge: ” il popolo tedesco dei Lander Baden-Wurtemberg, Baviera, Brema ” eccettera è “animato dalla volontà di salvaguardare la sua unità nazionale e statale e di servire la pace nel mondo da membro di pari diritti in un Europa unita”
Storce di pari diritti in un Europa unita, potremmo leggerla così: ” il popolo tedesco uno nelle sue stirpi”.
Oggi noi tutti possiamo leggere la Dichiarazione dei diritti dell’uomo, i discorsi di Bismark, il Mein Kampf, le carte del Watergate, e comprenderli.
La Germania è lontana da noi, tanto nella sua realtà di tutti i giorni quanto nei suoi fini, pensieri e condizioni.
Dobbiamo sforzarci di cogliere la “mentalità”, la disposizione spirituale, o meglio: la concezione di sé che ha l’uomo tedesco.
L’avvento della moneta unica a guida tedesca a riportato l’Italia nelle tenebre, povertà, fame, miseria e guerre.
L’egemonia dei Tedeschi nella gestione economica dell’Europa ridefinisce lo spazio e il tempo in una nuova dimensione, per batterli dobbiamo riconsiderare le “caratteristiche” spazio, tempo e uomo secondo il loro punto di vista.
Come si rappresenta lo spazio europeo? Noi pensiamo sia un disco piatto, al centro c’è Berlino, oggi immagine terrena della celeste città di Dio dalle dodici porte. Qui si congiungono i tre continenti: Europa, Africa e Asia.
Il loro spazio vitale viene considerato come sottomissione dei popoli, dal tempo del muro di Berlino, la Germania dell’Ovest fu la prima in Europa ad aprire le porte ad una immigrazione forzata di etnia Turca, prevalentemente di religione mussulmana.
Manodopera a basso costo per le sue industrie, unico baluardo contro l’imperialismo sovietico, aiutata da tutti i paesi occidentali.
Rafforzata per tracciare le linee guida di un Europa unita.
Primo passo rafforzare il proprio dominio, incentivando la frammentazione della Jugoslavia, finanziando il nazionalismo Croato, Sloveno e Bosniaco.
Dando vita ad una nuova guerra etnica,coinvolgendo gli altri stati europei e gli Stati Uniti, responsabile di 270.000 morti.
Levatrice della prima enclave mussulmana in Europa dove si applica la Sharia.
Non contenta di ciò aprì l’Europa agli stati dell’est,Romania,Ungheria, Polonia,Repubblica Ceca, Repubblica Slovacca etc.,quale opportunità di dare un sogno a quei popoli di libertà, di democrazia che uscivano da dittature staliniste comuniste.
Acquisizione di terre, di industrie allo sfascio di armamenti dell’ex Unione Sovietica, delocalizzazione delle industrie europee utilizzando manodopera a basso costo, dando inizio ad una distruzione degli stati sovrani partendo dalle industrie, dall’artigiano, dalla micro impresa e dall’agricoltura.
Obbligando gli stati più indebitati ad accettare patti atti e rinuncia della propria sovranità, i più deboli, governati da un’aristocrazia politica ghibellina, costretti ad accettare l’apertura del proprio paese, diventando più poveri.
Federico II non è morto, vive nelle loro teste. In un tempo lontano vincemmo a Benevento, vinceremo di nuovo e quel giorno getteremo il sale sulle rovine di Berlino, perché il suo unico obiettivo è lo sfruttamento dell’Europa intera.

FRONTE NAZIONALE POPOLARE

1 _ Coloro che parlano di umanità, di diritto alla fortuna, di progresso dell’umanità sono la parte oscura della nazione. Non possono essere presi in considerazione.
2 _ Le rovine non bastano a seppellire il nostro decadimento morale
3 _ Cammina soltanto per le vie indicate dall’onore
4 _ Nobile padre è forte il nostro sogno affinché gli Italiani non perdano coraggio
5 _ Solo i vili hanno paura
6 _ L’amore per il proprio paese non può essere processato
7 _ Il lupo non perde il sonno per l’opinione di una pecora
8 _ Ama il tuo paese difendi la tua famiglia
9 _ Solo la storia la nostra cultura la nostra fede
10 _ Per la patria per la nazione presenti
11 _ Potete cucire le nostre labbra non i nostri cuori
12 _ Il lavoro la nostra trincea la dignità il nostro onore
11 _ Anche oggi abbiamo rinunciato al nostro egoismo, per amore del nostro Paese
12 _ Idee e volontà appartengono a pochi
13 _ La semplicità ci renderà liberi
14 _ Vinceremo le nostre debolezze se ameremo di nuovo il nostro paese
15 _ Se andrò per mare il mio corpo tornerà sospinto dalle onde, l’amore per il proprio paese non morirà mai
16 _ Rendiamo forti i nostri sogni, affinché l’Italia non perda coraggio
17 _ Noi la storia, noi la cultura, noi la fede, noi l’Italia
18 _ Un giorno la luce entrerà nella mente di tutti i fratelli, essi ritorneranno in amore è fedeltà
19 _ Noi coltiviamo l’uguaglianza, coltiviamo la libertà, coltiviamo l’onore
20 _ Lo stato sovrano ha le sue leggi che valgono al di sopra di regole che offendono la sua sovranità nazionale
21 _ Il sole si sta alzando ed io sono già sveglio per essere testimone della luce di questi tempi
22 _ Temprata di mille passioni la voce dell’Italia rimbomba come un tuono
23 _ Ho fame di uguaglianza ho sete di giustizia
24 _ Noi siamo l’Italia del lavoro della sofferenza del sacrificio dell’amore dell’ideale, scegli da che parte stare
25 _ Oggi sono i nostri poveri a segnare i confini del paese
26 _ Come spighe di grano mosse dal vento
27 _ Mai più vogliamo veder piangere i nostri vecchi, mai più
28 _ L’imbrunire che torni il sole. Che splenda sul nostro paese
29 _ La nostra lotta politica un rinnovamento di civiltà
30 _ La redenzione, l’acquisizione di manifestare il nostro dissenso popolare
31 _ Nella storia l’esempio, nella lotta la pratica
32 _ Partiti e Movimenti non sono nostro padre né nostro figlio
33 _ Donne e Uomini della Nazione : fatevi contagiare dal Patriottismo esso ci renderà migliori.
34 _ La nostra redenzione è l’acquisizione del diritto di Onorare noi stessi di fronte alla Nazione.
35 _ La Patria ci redime, non ci chiede chi siamo, non giudica chi eravamo ma chi siamo oggi.
36 _ Oggi di una cosa possiamo vantarci, di aver riscoperto la Patria perchè essa è l’idea, la novità politica l’unione di tutti gli Italiani.

FRONTE NAZIONALE POPOLARE _ BUONGIORNO POPOLARI

Buongiorno POPOLARI
Il chiaro giorno si è levato. Abbandonate i sogni della notte. Il mattino irrompe nella città,nella campagne e nelle valli. Il mattino canta sulla terra. Ora levate le spade nel sole.
Il cielo non abbandona un valoroso.
Chi crede nell’onore non può cadere.
Temprate i vostri cuori.
Un POPOLARE per la battaglia.
Fedele giorno e notte.
La vita ci appartiene.
Chi non sarà fedele e destinato a scomparire.
E la vita apparterrà a NOI

FRONTE NAZIONALE POPOLARE _ BUONANOTTE POPOLARI

Non vi fermate POPOLARI siate un sogno per Voi stessi
Voi siete il Mondo
Buonanotte POPOLARI
Orsù POPOLARI salutiamo il giorno con un ultimo canto.
Sulla vetta più alta si accende il crepuscolo.
Nel lieto cuore dei monti,nelle valli il flusso del sole sui campi.
Ci ricorda il suolo natio. La Patria.
Oscura giunge la notte e le stelle accendono una tenue luce.
Sussurra il vento. I monti le cime stanno di guardia.
Domani Cuore e Occhi saranno più chiari.
Buona Notte FRATELLI


LETTERA AL POPOLO D’ITALIA

LETTERA AL POPOLO D’ITALIA
Questa lettera è aperta a coloro che si identificano nell’ideale di un’Italia libera.
Dove Dio è Popolo e la Patria è Famiglia.
Lanciamo un appello, che dovrà avere una risonanza popolare, toccherà i cuori delle donne e degli uomini, creerà un nuovo corpo che sarà dirompente, che riverserà sulla via della giustizia sociale migliaia di persone, dando vita ad una nuova Nazione, sarà la difesa del suolo natio, delle risorse, della cultura e della sua storia.
Noi siamo l’Italia di Vittorio Veneto, la coscienza, la legittimazione della difesa dell’istituzione democratica più grande; Il suo Popolo.
Noi ripudiamo la violenza, cosa che non rientra nelle nostre intenzioni.
Ognuno di noi si impegnerà in base alla sua condizione, per difendere la sua famiglia è l’ideale che rappresenta, siamo missionari e cittadini, svilupperemo la lotta civile democratica contro coloro che hanno riportato nel paese la POVERTÀ’, la FAME e la MISERIA.
Noi invitiamo tutti gli Italiani a muoversi in difesa del nostro patrimonio storico culturale, scavalcando una protezione governativa che si dimostra carente, abbiamo l’obbligo è il dovere si salvare quanto può essere salvato del Paese e recuperare la nostra dignità nazionale.
Rimettiamoci in viaggio, di nostra iniziativa se necessario, per rispondere all’appello, perchè la terra è nostra ci appartiene è non può essere messa in dubbio.
FRONTE NAZIONALE POPOLARE

FRONTE NAZIONALE POPOLARE

” Anche per noi scoccherà la grande ora di una battaglia…..Nei giorni dubbiosi va di bocca in bocca, di cuore in cuore il vecchio appello alla lotta: Con Iddio, per la Patria e per la Famiglia……..Si! sarà una gioiosa grande ora che noi possiamo desiderare…..Calma e profonda nei cuori dei Italiani deve vivere la gioia per la lotta ed una vaga nostalgia di essa, giacché ne abbiamo abbastanza nei nemici che offendono,vendono,deridono il Popolo.

FRONTE NAZIONALE POPOLARE _ LE DONNE ITALIANE

Pensiamo di cambiare il paese in poco tempo, ma non è così.
Dobbiamo rimodernare le Istituzioni che fecero grande la Nazione.
Le donne Italiane per Noi avranno un compito fondamentale.
Devono alzare la voce, urlare, non tenendo dentro il dolore, le sofferenze e i drammifamigliari.
ALZATE LA VOCE
LA PATRIA E’ LA PIÙ’ GRANDE, LA PIÙ’ UMANA, LA PIÙ’ PURA DELLE REALTÀ’